Vaxxed: Troppa censura e nessuno spazio al contraddittorio

Vaxxed: Troppa censura e nessuno spazio al contraddittorio

Sembra essere tornati al Medioevo quando saccenti e incontestabili medici e burocrati di ogni sorta, insorgono paventando la verità assoluta su qualsiasi cosa. Urlano, strepitano e danno dei pazzi, dei ladri e dei ciarlatani solo per “sentito dire” logicamente senza argomentare e/o provare quanto da loro affermato.

A nulla sono servite le tristi vicende di Galileo, dove la presunta scienza ha dato il peggio di se. E ci chiediamo: “Ma è tanto difficile pianificare un vero studio, un contraddittorio dove ambo le parti possano portare tutta la loro documentazione a riguardo ?”.

La scienza medica (e la scienza in generale) non è perfetta e sopratutto lo è meno quando si vengono a creare conflitti d’interesse. Nessun settore è immune, come dimostra l’articolo del Huffingtonpost.it intitolato “La lobby dello zucchero ci ha ingannato per 50 anni”. http://www.huffingtonpost.it/2016/09/13/zucchero-ricerca-jama-industria-paga-scienziati_n_11988046.html. Ricordiamocelo stiamo parlando di zucchero, eppure le lobby hanno pilotato gli studidi medici e scienziati al fine di accendere l’attenzione su colesterolo e grassi. Non male, se si considera che tutto questo è stato fatto solo per soldi.

Ma veniamo a noi, l’effetto Streisand (https://it.wikipedia.org/wiki/Effetto_Streisand ) ormai è stato creato e più si fa fitta la censura e più la gente inizia a farsi domande. I vaccini sono sicuri ? Siamo certi che non ci siano troppi interessi intorno al mondo dei vaccini ?

Nell’auspicare che nei prossimi mesi le istituzioni facciano realmente una campagna informativa e non accusatoria vi lasciamo al video del Dr. Andrew Wakefield che prova a far chiarezza sui contenuti del film e della vicenda relativa alle reali cause della sua radiazione all’albo (che poco c’entra a nostro avviso con scienza ed etica come da lui stesso confermato)

E per chi continua a ripetere che il Dott. Wakefield è stato radiato all’abo ricordiamo che chi ha fatto ricorso come il Dott. Smith (co firmatario dello studio) già nel 2012 è stato prosciolto in appello dalle accuse di cattiva condotta professionale, ritenute completamente infondate dall’Alta Corte di Londra. Il Professore è il gastroenterologo inglese, coautore con il Dr. Andrew Wakefield dello studio, pubblicato su Lancet, che collegava una malattia gastrointestinale, l’enterocolite autistica, con l’autismo e il vaccino contro morbillo, parotite e rosolia (MPR). (http://www.bbc.com/news/health-17283751 )

 

 

 

 

SIMILAR ARTICLES

NO COMMENTS

Leave a Reply