Bambini ad alto potenziale: come riconoscerli

0
1150
Gifted Bambini Alto potenziale

Intelligenza speciale e approccio scolastico

Chi sono i bambini ad alto potenziale intellettivo

Capire se il proprio figlio o alunno è un bambino di talento e ad alto potenziale cognitivo si rivela la premessa fondamentale per assicurargli non soltanto un percorso scolastico adeguato, ma anche un’infanzia certamente più serena. In genere, a fronte di elevate doti intellettive, facilità di apprendimento e risultati scolastici singolari, la maggior parte presenta scarsa intelligenza emotiva nella socializzazione e interazione con i compagni, manifesta ansia da prestazione e manie di perfezionismo, incapacità di gestire frustrazione o fallimenti e in alcuni casi si riscontrano difficoltà espressive (balbuzie) e comunicative (tendenza all’isolamento), ulteriori fattori che li rendono riconoscibili.

Infanzia gifted tra risorse e difficoltà

Come ogni forma di diversità anche il talento e le doti speciali di un bambino ad alto potenziale possono rappresentare non solo abilità cognitive straordinarie, ma in alcuni casi motivo di disagio e difficoltà. Il fatto di disporre di competenze e qualità superiori rispetto alla media dei coetanei consente al bambino di comprendere a fondo argomenti complessi e di misurarsi in singole discipline con risultati ottimali e prestazioni di eccellenza. Ma, trattandosi di bambini con un elevato grado di sensibilità, spesso il conto si presenta sul piano emozionale, con malesseri che interessano soprattutto la sfera della comunicazione e dei rapporti interpersonali.

In classe: qualche suggerimento

Per il bambino ad alto potenziale intellettivo il primo passo da fare, sia a scuola che in qualunque forma di interazione con i coetanei, è che impari a riconoscere la propria diversità e la accetti come un personale tratto distintivo, caratteristico della sua individualità. Solo in questo modo sarà in grado di vivere relazioni serene con i propri pari. Nel processo di acquisizione di consapevolezza il bambino deve essere accompagnato dall’adulto di riferimento, che sia il genitore o l’insegnante. Nella maggior parte dei casi in classe i bambini gifted esprimono noia, scarsa attenzione o mancano di motivazione; questo perché i metodi didattici e gli stimoli intellettuali validi per gli altri non si rivelano altrettanto coinvolgenti ed efficaci nel loro caso. Occorre dunque riconoscere le loro capacità speciali, sollecitarne l’attenzione e valorizzarne il talento, per ovviare a qualsiasi forma di disagio sia scolastico che sociale e garantire loro un’esperienza scolastica appagante e un percorso di crescita sereno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here